logo_www.infoshops.it

in collaborazione con

clicca per scoprire chi siamo:  pierreci

clicca per scoprire chi siamo: palazzo delle esposizioni

japanese version

www.infoshops.it_English version

www.infoshops.it_versione italiano

HOME

CHI SIAMO

TERRITORIO

SCUOLE

AGENZIE

CONTATTACI

NEWS

UFFICIO STAMPA

NEWSLETTER

Il castello della Badia, sede del Museo Archeologico Nazionale di Vulci

Il castello della Badia, circondato da acqua

Vulci: il castello e ponte della Badia

VULCI: CASTELLO DELLA BADIA

In origine abbazia fortificata, il Castello della Badia a Vulci fu distrutto dall’invasione dei Saraceni e ricostruito dai Cistercensi nel XII secolo. Ulteriori modifiche vennero effettuate nel XVI secolo dai Farnese. Nel secolo scorso il castello ospitò la dogana pontificia e dopo molti decenni di decadenza, nel 1960, ceduto allo Stato, fu oggetto di restauri che permisero di allestirvi il Museo Archeologico Nazionale di Vulci .

Il Museo Archeologico Nazionale di Vulci
Nel 1975, il Castello della Badia è divenuto sede del Museo Archeologico Nazionale di Vulci, il quale offre tutta una serie di reperti di inestimabile valore archeologico riconducibile a varie epoche: vasi, urne cinerarie, ceramiche di tutte le provenienze, frammenti architettonici, corredi tombali buccheri, ex voto anatomici.
Nel cortile, sculture di epoca etrusca e romana; al piano terreno resti protovillanoviani, corredi dell’VIII e VII secolo, bronzi, sculture animalistiche. Al piano superiore corredi delle tombe necropoli di Cavalupo, vasi del pittore di micaliceramiche attiche a figure nere fra cui un vaso che raffigura la nascita di Atena dalla testa di Giove.

Il Ponte dell’Abbadia
Risalente al periodo etrusco e ampliata in epoca romana, la costruzione del Ponte della Badia nacque dall'esigenza di collegare la città di Vulci (sulla riva nord del fiume Fiora, attualmente nel territorio di Montalto di Castro) con la sua necropoli (sulla riva sud del fiume Fiora, attualmente nel territorio di Canino) e per consentire il passaggio dell'Aurelia. La leggenda vuole che il Ponte della Badia sia stato realizzato dal diavolo in una notte, per questo ancora oggi non è raro sentirlo chiamare “Ponte del Diavolo”.

Museo Archeologico Nazionale di Vulci - Loc. La Badia - Canino, Tel. 0761.437787
Email: info@vulci.it  www.vulci.it 
Orario: estivo 9 –19, invernale 9 – 16 chiuso il lunedì, 1° gennaio, 25 dicembre, 1° maggio
Biglietti d’ingresso: intero € 2,00; ridotto per visitatori dai 18 ai 25 anni € 1,00;
gratuito per visitatori fino a 18 anni ed oltre 65.

Il castello di Vulci

Il castello di Vulci

La torrre del castello di Vulci

Altre informazioni: Vulci...

 

Google
WWWinfoshops.it


Segnala ad un amico!
 

  
Stampa questa pagina
stampa[2]

home

Copyright: Consorzio Tuscia Turismo - Via Pio VII n.2, Roma, 00167 - Partita IVA: 06610581008 - Privacy

Tiuk_Travelin collaborazione con:

Licenza Regione Lazio n° 5273 del 13/07/93 - Garanzia Assicurativa: Polizza n. 13036 di EUROPE ASSISTANCE in osservanza alle disposizioni previste.
Pubblicazione redatta in conformità alle disposizioni della Legge della Regione Lazio n. 63 del 17 settembre 1984